vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Sedi

Le tre sedi su cui si sviluppa il Dipartimento

Palazzo Marescotti Brazzetti
L'elegante edificio rinascimentale di Palazzo Marescotti Brazzetti è situato in via Barberia 4. Progettato da Giovanni Beroaldo sulle rovine di precedenti costruzioni, arricchito nel corso dei secoli dagli affreschi dei Rolli, del Caccioli e dal grandioso scalone barocco opera di Gian Giacomo Monti, in epoca recente è stato anche sede della Federazione Provinciale del PCI e di enti collegati, come l’Istituto Gramsci e la redazione de «L’Unità» di Bologna. Nel 1997 è stato acquisito dall’Alma Mater Studiorum, per divenire sede del Dipartimento di Musica e Spettacolo. Magnificamente restaurato negli anni tra il 2003 e il 2007, ospita ora parte delle attività di ricerca e didattica del Dipartimento delle Arti e la Biblioteca di Musica e Spettacolo. Si organizzano visite per piccoli gruppi.

 

Complesso di S. Cristina
Il complesso di S. Cristina "della Fondazza", situato in piazzetta Giorgio Morandi 2, nasce come monastero delle monache camaldolesi. Ristrutturato alla fine del XV secolo, si sviluppa attorno al grande chiostro quadrangolare. Il prestigio dell'edificio è attestato dalle eleganti decorazioni del chiostro e dalla Crocifissione di scuola di Lorenzo Costa affrescata nel refettorio. Dopo la soppressione dell'Ordine nel XVIII secolo, fu destinato a caserma (1886). Acquisito dal Comune negli anni Novanta del secolo scorso, dopo il restauro del 2004 è stato assegnato all'Università e vi hanno trovato sede il Dipartimento di Arti Visive, la Fondazione Zeri, le aule didattiche di Scienze Politiche, la Biblioteca Nazionale delle Donne, il Centro "Gina Fasoli" per la storia delle Città. Ora il complesso ospita parte delle attività di ricerca e didattiche del Dipartimento delle Arti e la Biblioteca I.B. Supino, disposta al primo piano lungo le quattro ali del chiostro. Gli studi dei docenti, ricavati dalle antiche celle, invitano alla riflessione, mentre il chiostro esorta al confronto. Su quest'ultimo si apre l'antico refettorio, trasformato in Aula Magna.

 

DAMSLab - Laboratori delle Arti
I Laboratori delle Arti sono parte degli edifici dell'ex macello comunale, all'interno della Manifattura delle Arti, situati in Piazzetta P. P. Pasolini 5/b. L’area, originariamente progettata nel 1883 dagli architetti Priori e Buriani, è stata ristrutturata dal 1996 con impegno congiunto del Comune e dell'Ateneo di Bologna, su progetto dell'architetto Aldo Rossi. Nei locali dei Laboratori, consegnati nel 2003 al Dipartimento di Musica e Spettacolo e oggi a disposizione del Dipartimento delle Arti, sono attivi numerosi spazi (Auditorium, Teatro, Spazio Cinema, Saletta Seminari e Hall), in grado di ospitare parte delle attività didattiche, di ricerca e di terza missione del Dipartimento (convegni, mostre, installazioni, proiezioni cinematografiche, workshop e performance di danza, musica, teatro e cinema). Dal 2018 le attività di questo spazio sono confluite nel DAMSLab.

Argomenti correlati